Warning: session_start() [function.session-start]: Cannot send session cookie - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.itecno.org/home/index.php:2) in /web/htdocs/www.itecno.org/home/includes/bootstrap.inc on line 1214

Warning: session_start() [function.session-start]: Cannot send session cache limiter - headers already sent (output started at /web/htdocs/www.itecno.org/home/index.php:2) in /web/htdocs/www.itecno.org/home/includes/bootstrap.inc on line 1214

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.itecno.org/home/index.php:2) in /web/htdocs/www.itecno.org/home/includes/bootstrap.inc on line 736

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.itecno.org/home/index.php:2) in /web/htdocs/www.itecno.org/home/includes/bootstrap.inc on line 737

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.itecno.org/home/index.php:2) in /web/htdocs/www.itecno.org/home/includes/bootstrap.inc on line 738

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.itecno.org/home/index.php:2) in /web/htdocs/www.itecno.org/home/includes/bootstrap.inc on line 739
Climatizzazione | iTecno Loreto Ancona

Climatizzazione

warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.itecno.org/home/index.php:2) in /web/htdocs/www.itecno.org/home/includes/common.inc on line 159.

Negli ultimi anni la repentina crescita delle vendite dei climatizzatori ha portato sul mercato una confusione di prodotti tale da disorientare l’utilizzatore finale accentuata dal nuovo mercato dei prodotti orientali a basso costo che ha ulteriormente ingarbugliato un settore dove non ci si deve soffermare solo sul prezzo. Purtroppo però i prezzi hanno molta voce in capitolo e, sempre purtroppo, alla fine, chi ne ha fatto le spese sono stati proprio gli utilizzatori.
Oggi chi acquista ha necessità di chiarezza e di affidarsi a chi conosce davvero i prodotti. Per fortuna anche le leggi ci sono venute incontro in quanto ogni prodotto è obbligatoriamente contrassegnato da dati ben visibili.
Quello che rimane ancora difficile per l'utente finale è l'individuazione del prodotto più adatto alle sue esigenze.
 
Il climatizzatore o il condizionatore? Anni fa il vocabolo più usato era condizionatore, adesso si usa climatizzatore, ma ha lo stesso identico significato.
 
I gas utilizzati
Uno tra i gas più usati in passato era il Freon o R22, gas abbandonato e bandito da anni. Dall'R22 siamo passati al R407C, gas ecologico che era in grado di sfruttare la solita tecnologia di climatizzatori ma con rendimenti bassissimi. Oggi il gas usato quasi esclusivamente è l'R410A, gas ecologico che sfrutta i climatizzatori di nuova generazione e può raggiungere rese elevate.
 
Caratteristiche principali e rendimenti
Solo freddo o Pompa di Calore. I vecchi climatizzatori avevano la funzione solo di raffrescare mentre i nuovi, sono in grado di riscaldare in inverno; Questi si chiamano Pompa di Calore.
I climatizzatori che funzionano anche come Pompa di Calore, sono climatizzatori che all'interno del suo circuito hanno una particolare valvola che ne inverte il ciclo e invia l'aria calda all'interno dei locali. A causa delle temperature esterne basse, la Pompa di Calore riduce il rendimento fino ad arrivare ad avere un rendimento talmente basso che oltre a non scaldare l'ambiente in cui siamo, consumerà anche molta energia. Per questo è molto importante sapere se il climatizzatore sarà utilizzato anche per riscaldare. In questo caso dovrà essere ben dimensionato per evitare che non riscaldi l’ambiente.
Sicuramente avrete sentito parlare di COP e di EER. Questi due valori importanti e ben visibili in quanto indicano il rendimento di ogni climatizzatore ma non a che temperatura di lavoro e con quale continuità le stesse macchine riescono mantenere quel rendimento. Sono proprio questi due valori che indicano il rendimento reale della macchina. Per capirci: Mentre la pompa di calore produce caldo all'interno dei locali, sulla unità esterna tende a formarsi del ghiaccio che, raggiunto un certo limite, il climatizzatore pensa a sciogliere. Questa funzione si chiama sbrinamento. Ammettiamo, come esempio, che una pompa di calore abbia un COP di 3 (vuol dire che per ogni Kw consumato ne rende tre in calore). Quando è in funzione è un sistema ottimo; ma ammettiamo che su 3 ore, 2 si occupa di “sbrinare” l'unità esterna. In questo caso, a parte il fatto che la stanza cui è dedicata non si scalderà più, il suo COP medio sarà di 1, quindi come se avessimo installato una stufetta. Le marche più prestigiose investono molto in ricerca e sviluppo migliorando i prodotti in continuazione, garantendo sempre prestazioni più interessanti degli altri; infatti, tutte le marche più conosciute hanno sistemi a pompa di calore che sono in grado di mantenere il rendimento a livelli elevati anche con temperature esterne rigide.
Questo vuol dire che se due climatizzatori che hanno la stessa dicitura (esempio) COP 3 ma di cui non si conoscono altri dati, non è detto che garantiscano le stesse prestazioni.
Per quanto riguarda il raffrescamento è molto più semplice: infatti tutti i climatizzatori (o quasi) sono progettati per temperature esterne che si aggirano intorno ai 40°C e non essendoci problemi di “sbrinamento” la scelta è molto più facile.
Quindi se si deve utilizzare un climatizzatore in inverno per il riscaldamento degli ambienti, è sempre meglio affidarci a marche conosciute e giapponesi, leader mondiali per questi prodotti.
 
Classe energetica
Vi sono classi energetiche, dalla A alla G. la classe energetica va di pari passo col rendimento di cui abbiamo ampiamente parlato prima, infatti, un climatizzatore con un alto rendimento, va da se che farà parte di una classe energetica migliore, ex “A”, di conseguenza , minore sarà il rendimento, peggiore sarà la classe energetica.
 
Rumorosità
Anche qui c'è una battaglia all'ultimo dBa (unità di misura per la lettura del rumore). Di fatto quando la rumorosità è di 30 dBa è quasi impercettibile, sotto i 25 non si può sentire. Ovviamente questa rumorosità è alla minima velocità alla quale può muoversi l'unità interna e l'unico momento in cui si può percepire è nel sonno.
 
Assistenza
La cosa più importante in assoluto per determinare se un climatizzatore è affidabile o meno, è la rete di assistenza.
Se una marca ha una rete di assistenza in tutta Italia, vuol dire che non è una marca improvvisata e si può fare affidamento su di loro, altrimenti non è mai consigliato l'acquisto.
Accertatevi quindi che nella vostra zona sia presente un centro assistenza autorizzato per il marchio che andrete ad installare.
 
Installazione
Per quanto riguarda l'installazione è bene affidarsi ad installatori qualificati perché il circuito frigorifero necessita di pulizia assoluta e assoluta mancanza di umidità. Il vuoto che vien creato all'inizio prima della carica del gas e messa in funzione, ha lo scopo di eliminare l'aria, ma soprattutto, sotto vuoto, di fare evaporare l'acqua, deleteria per il circuito ed il rendimento. Questo per dire che se l'installazione non è perfetta, è del tutto inutile acquistare climatizzatori con alto rendimento ed in classe energetica A, si perderebbe tutto il beneficio. L'installazione non ha sicuramente meno importanza del climatizzatore, anzi.
 
Se devi climatizzare la tua casa il tuo ufficio, pensa che non è un lavoro che farai ogni anno, ma una volta per molti anni, quindi, investi un po' del tuo denaro in installatori qualificati e buoni climatizzatori, e avrai vantaggi per moltissimo tempo.

Marchi trattati